Istituto di Istruzione Superiore "Laeng Meucci"

Iscrizione all'anno scolastico 2020-2021 (7-31 gennaio 2020)

 

La segreteria della sede di Osimo (Laeng) sará aperta anche nei giorni di sabato 18 e sabato 25 gennaio dalle ore 9.00 alle 13.00

News della scuola

In questa pagina si trovano le news in ordine di pubblicazione.

TPL_IN
TPL_ON
Visite: 27

Grande entusiasmo domenica 12 gennaio per la presentazione ufficiale del progetto “Lello, il cartello (de Castello)”, avvenuto nella biblioteca dell’Istituto Meucci di Castelfidardo in occasione della giornata di “Scuola Aperta”. Unitamente alle autorità istituzionali e scolastiche è intervenuto anche il noto attore Marco Marzocca, di scena in questi giorni a Numana per l’anteprima del nuovo spettacolo teatrale, cui è stata strappata la promessa di doppiare una puntata del videoclip animato. A fare gli onori di casa il prof. Calducci, che ha portato i saluti della Dirigente, prof.ssa Milena Brandoni, e ha ringraziato le tante autorità presenti, i sindaci di Castelfidardo e Numana, gli assessori di Castelfidardo, Osimo e Camerano, le Forze dell’Ordine, nonché i rappresentanti degli Istituti Comprensivi della città, dell’Istituto Sant’Anna e i tanti genitori intervenuti. Presenti anche la presidente e il vice presidente della Fondazione Carilo, dott.ssa Fulvia Marchiani e Claudio Rossi. Il videoclip, ha spiegato il prof. Calducci, ha come temi l’educazione stradale e il rispetto delle regole e intende rivolgersi soprattutto ai bambini delle scuole primarie, con lo scopo di insegnare a rispettare il codice della strada attraverso la conoscenza della segnaletica e delle norme di comportamento necessarie.
“Si tratta”- ha detto il Sindaco di Castelfidardo, Roberto Ascani - “di un progetto fortemente sostenuto dall’Amministrazione Comunale, del tutto nuovo e unico nel suo genere, di cui siamo veramente fieri perché ha saputo coinvolgere molti soggetti del territorio, l’IIS Meucci, l’Amministrazione Comunale e il Comando di Polizia Locale, unendo le varie sensibilità al servizio di un ideale comune, quello di contribuire a vivere meglio all’interno della comunità stessa”.
Dello stesso avviso  il Comandante Paolo Tondini, che ha parlato, a questo proposito di una “genialità del distretto, che è in grado di emozionare”- sottolineando, appunto, che questa sinergia tra scuola, Amministrazione Comunale e Forze dell’Ordine non è affatto scontata ma nella nostra comunità ha origini lontane, a partire da quando, diversi anni fa, era stato messo in piedi un progetto di educazione tra pari che aveva avuto risultati molto importanti. “Ho visto”- ha proseguito il Comandante -“le difficoltà a relazionarsi con i bambini più piccoli. I ragazzi del Meucci hanno accolto il progetto in maniera brillante e hanno saputo trovare il modo giusto, attraverso il linguaggio e le immagini, per poter parlare di un tema così importante a bambini così piccoli”. “Grazie ragazzi”- ha aggiunto- “per quello che ci avete trasmesso, il vostro impegno è già una testimonianza per le generazioni future!”
I ragazzi del Liceo delle Scienze Applicate, veri protagonisti dell’iniziativa, hanno aderito in maniera volontaria al progetto che li ha visti e li vedrà impegnarsi il sabato, al termine dell’orario curricolare. Tutor d’eccezione l’ex studente Marco Rossi, ora disegnatore e sviluppatore presso la Rainbow, che con orgoglio ha messo a disposizione tutto il suo know how insegnando ai ragazzi le tecniche di sviluppo e realizzazione di videoclip animate. “Siamo partiti con l’analizzare tutto ciò che c’è dietro un cartone per l’infanzia, andando a studiare i meccanismi di base dei cartoons più famosi. Ora dobbiamo iniziare a fare seriamente, affrontando un lavoro che parte da una realtà locale per arrivare più lontano, abbattendo le barriere grazie alla creatività”.
“Sotto consiglio del nostro tutor”- dice Gaia Borselli, 5°Alsa, portavoce del gruppo di lavoro- “abbiamo pensato ad alcuni bozzetti di personaggi per poi scegliere di comune accordo Lello, il cartello, un segnale di pericolo spesso ignorato dagli utenti della strada. Un giorno, però, trovandosi a dover salvare un bambino che attraversa, decide di mettersi in gioco e far sentire la sua voce”.
Lezioni semplici, vari episodi di pochi minuti ciascuno, che spiegheranno la segnaletica stradale, le norme di comportamento sia come pedoni che come ciclisti e passeggeri, catturando l’attenzione dei ragazzi e affiancandosi sempre alle spiegazioni della Polizia Locale. “Sentiamo molto la responsabilità di parlare a bambini più piccoli”- ha detto la studentessa- “e sicuramente la sfida più grande per noi sarà quella di trovare un linguaggio adeguato e di sviluppare un cartone che desti interesse. Questo ci rende anche orgogliosi perché stiamo creando qualcosa di utile alla società e al territorio in cui viviamo”.
Grazie al sostegno economico dell’Amministrazione Comunale, la scuola ha allestito un Atelier Creativo, dotato di pc nuovi, veloci, provvisti dei programmi specifici per la creazione di un cartone animato, e di tavolette grafiche di ultima generazione, per dare libero sfogo alla creatività di ogni studente. “Sogniamo in grande” – ha continuato la studentessa- “e speriamo che il progetto che parte dalla città di CaRtelfidardo, questa la località scelta, possa un giorno essere diffuso anche in altri Comuni, con la consapevolezza di aver aiutato la diffusione di lezioni importanti”.


Prevista entro il mese di aprile l’uscita del primo episodio del cartoon che, per l’occasione, sarà tenuto a battesimo proprio da Marco Marzocca, che con molto piacere ha accettato di prestare la sua voce al protagonista della clip, perché, ha detto, “la macchina è un’arma, è come una pistola ed è necessaria questa consapevolezza quando ci si mette in strada”.
Un primo episodio di cui sale l’attesa, che verrà sicuramente accolto con l’entusiasmo che merita un progetto nato, sostenuto e realizzato con la collaborazione delle forze che operano sul territorio e per il territorio, e che da anni si impegnano con passione e determinazione nell’educazione delle nuove generazioni.

 

TPL_IN
TPL_ON
Visite: 77

In occasione della giornata di scuola aperta del 12 gennaio sará possibile effettuare l'iscrizone alle classi prime anche presso le sedi dell'Istituto

TPL_IN
TPL_ON
Visite: 98

Giovedi 18 dicembre  red carpet alla Loggia dei Mercanti di Ancona per il ‘Fashion Game’, il concorso promosso dalla Confartigianato Imprese Ancona – Pesaro e Urbino con il patrocinio della Camera di Commercio.
Quarta edizione per la sfida della moda che ha visto protagoniste le classi quarte e quinte delle scuole secondarie di II grado ad indirizzo moda della provincia di Ancona
In passerella i capi ideati e realizzati dalle studentesse sul tema assegnato dal contest “La lana nei colori dell’autunno”.
La donna proposta dalle studentesse del corso moda dell’ISTITUTO LAENG è una donna misteriosa che esce da un bosco incantato e nostalgico,simbolo onirico intriso di contraddizioni, passeggia su un tappeto di foglie secche tra giganteschi alberi spogli. Indossa tute comode e mantelle avvolgenti adornati di foglie e frutti d’autunno, nei toni dei bruciati, arancio, rosso vinaccia, e giallo ocra per una giovane donna che vuole distinguersi ed esprimere un folk contemporaneo.
6 abiti originali, 6 modelle, 6 realizzatrici che supportate dalle docenti Rosaria Miniti e Romina Morganti, si sono impegnate  a confrontarsi su un percorso completo dove esaltare idee, progettualità, impegno, ma anche le capacità realizzative  proprie dell'attività manifatturiera industriale e artigianale del settore moda. D’ altra parte, il comparto moda è trainante nelle Marche. Le aziende marchigiane impiegate in questo settore rappresentano il sette per cento di tutto il comparto moda del paese, con eccellenze anche a livello internazionale. Un mondo non facile però, dove è fondamentale , come ha detto Marco Pierpaoli, segretario per le imprese dell’ area Ancona – Pesaro Urbino, “ innovare sempre per rimanere competitivi.”
Per cui questo tradizionale appuntamento che vede l’ incontro tra il mondo dell’ imprenditoria e quello della scuola, destinata a formare le giovani generazioni che un giorno  prenderanno il timone delle imprese marchigiane, è di particolare importanza. Il rapporto della Confartigianato con le scuole è stato curato dalla dott. ssa Daniela Larice. Presenti anche i vertici della Confartigianato: oltre a  Marco Pierpaoli, anche il responsabile sindacale del settore Moda Gilberto Gasparoni, il presidente di Confartigianato Moda Davide Coppari, l’ imprenditore Fabio Da Pojan, titolare di una azienda del senigalliese.  Questi ultimi formavano la giuria. E’ intervenuto anche  Luca Bocchino, responsabile dell’ area Formazione, Alternanza e Orientamenti. Tutti hanno speso parole di elogio per gli studenti che hanno partecipato, dando il meglio di sé, a questo concorso.
Per le studentesse dell’Istituto Laeng, terzo posto nella sfida tra scuole e premio giuria per il miglior abito in passerella, che nell’ottobre del 2020 verrà presentato alla gara nazionale Fashion Half Maraton di Bergamo. L’abito, indossato da Francesca Cai e realizzato da Cristina Ripanti è una mantella a ruota in lana bianca con applicazioni e pitture rigorosamente a mano.

TPL_IN
TPL_ON
Visite: 17

Giovedi 18 dicembre  red carpet alla Loggia dei Mercanti di Ancona per il ‘Fashion Game’, il concorso promosso dalla Confartigianato Imprese Ancona – Pesaro e Urbino con il patrocinio della Camera di Commercio.
Quarta edizione per la sfida della moda che ha visto protagoniste le classi quarte e quinte delle scuole secondarie di II grado ad indirizzo moda della provincia di Ancona
In passerella i capi ideati e realizzati dalle studentesse sul tema assegnato dal contest “La lana nei colori dell’autunno”.
La donna proposta dalle studentesse del corso moda dell’ISTITUTO LAENG è una donna misteriosa che esce da un bosco incantato e nostalgico,simbolo onirico intriso di contraddizioni, passeggia su un tappeto di foglie secche tra giganteschi alberi spogli. Indossa tute comode e mantelle avvolgenti adornati di foglie e frutti d’autunno, nei toni dei bruciati, arancio, rosso vinaccia, e giallo ocra per una giovane donna che vuole distinguersi ed esprimere un folk contemporaneo.
6 abiti originali, 6 modelle, 6 realizzatrici che supportate dalle docenti Rosaria Miniti e Romina Morganti, si sono impegnate  a confrontarsi su un percorso completo dove esaltare idee, progettualità, impegno, ma anche le capacità realizzative  proprie dell'attività manifatturiera industriale e artigianale del settore moda. D’ altra parte, il comparto moda è trainante nelle Marche. Le aziende marchigiane impiegate in questo settore rappresentano il sette per cento di tutto il comparto moda del paese, con eccellenze anche a livello internazionale. Un mondo non facile però, dove è fondamentale , come ha detto Marco Pierpaoli, segretario per le imprese dell’ area Ancona – Pesaro Urbino, “ innovare sempre per rimanere competitivi.”
Per cui questo tradizionale appuntamento che vede l’ incontro tra il mondo dell’ imprenditoria e quello della scuola, destinata a formare le giovani generazioni che un giorno  prenderanno il timone delle imprese marchigiane, è di particolare importanza. Il rapporto della Confartigianato con le scuole è stato curato dalla dott. ssa Daniela Larice. Presenti anche i vertici della Confartigianato: oltre a  Marco Pierpaoli, anche il responsabile sindacale del settore Moda Gilberto Gasparoni, il presidente di Confartigianato Moda Davide Coppari, l’ imprenditore Fabio Da Pojan, titolare di una azienda del senigalliese.  Questi ultimi formavano la giuria. E’ intervenuto anche  Luca Bocchino, responsabile dell’ area Formazione, Alternanza e Orientamenti. Tutti hanno speso parole di elogio per gli studenti che hanno partecipato, dando il meglio di sé, a questo concorso.
Per le studentesse dell’Istituto Laeng, terzo posto nella sfida tra scuole e premio giuria per il miglior abito in passerella, che nell’ottobre del 2020 verrà presentato alla gara nazionale Fashion Half Maraton di Bergamo. L’abito, indossato da Francesca Cai e realizzato da Cristina Ripanti è una mantella a ruota in lana bianca con applicazioni e pitture rigorosamente a mano.

 

TPL_IN
TPL_ON
Visite: 59

È Paolo Marchetti, studente della classe 5° Ae del Meucci di Castelfidardo, il nuovo presidente della Consulta Provinciale degli Studenti di Ancona, l’organismo istituzionale che riunisce i rappresentanti di Istituto delle scuole superiori della provincia. La Consulta Provinciale è composta da 49 membri, due per ogni istituto superiore, dalle istituzioni scolastiche del capoluogo alle scuole distribuite su tutto il territorio. Oltre alla riunione plenaria che si svolge con cadenza mensile, gli studenti animano il lavoro delle varie commissioni.
Politiche ambientali, sicurezza stradale e nelle scuole, contrasto al cyberbullismo, orientamento con le università, attività con gli imprenditori: sono solo alcuni punti del ricco programma presentato, che la Consulta si impegna a sostenere.  “Con grande stupore e soddisfazione”- queste le parole dello studente- “ho accolto la Presidenza e fin da subito, con tanta nuova energia, ci siamo messi all’opera per mettere in atto i primi punti del nostro programma. Ringrazio chi mi ha preceduto e chi mi ha accordato la sua fiducia. Le sfide che abbiamo di fronte sono molte ma sono convinto che saremo in grado di proseguire in linea con l’ottimo lavoro degli anni precedenti.”
A Paolo le più vive congratulazioni da parte di tutta la scuola e gli auguri di un lavoro proficuo, improntato al dialogo, alla trasparenza e alla collaborazione.

Sottocategorie

Amministrazione trasparente

Amministrazione Trasparente

Albo online

Codice di comportamento dei dipendenti pubblici

Scuola Amica

ITS Recanati

H&T Lab

sito sviluppato in Joomla