Istituto di Istruzione Superiore "Laeng Meucci"

Iscrizione all'anno scolastico 2020-2021 (7-31 gennaio 2020)

La fase online delle iscrizioni si é chiusa il 31/1 alle ore 20.00 presso le segreterie di entrambe le sedi sará ancora possibile iscriversi personalemente

 

News della scuola

In questa pagina si trovano le news in ordine di pubblicazione.

TPL_IN
TPL_ON
Visite: 15

Giovedì 13 febbraio 2020 si è svolta la premiazione della settima edizione del concorso “UNA PERLA PER SHLOMO”, ideato ed organizzato dall’IIS LAENG MEUCCI.
Quattro gli istituti comprensivi di Osimo e Castelfidardo che hanno partecipato, 90 le opere pervenute, tra manufatti artistici, opere multimediali, poesie e racconti. Un lavoro non facile quello della giuria, composta dalla dott.ssa Valeria Dentamaro, dalla prof.ssa Paola Bitocchi e dalla dott.ssa Frida Paolella. Sul palco, la dott.ssa Dentamaro ha voluto sottolineare l’alto livello delle opere in concorso e in particolare la creatività e l’originalità.
Per la sessione artistica: primo premio a Melissa Scopini, classe terza C, I.C Mazzini di Castelfidardo con l’opera  “L’inganno”; secondo premio a Celeste Ghergo, classe terza E, I.C. Caio Giulio Cesare con l’opera  “False promesse”; terzo premio a Marzocchini Arianna, classe terza E, I.C. Caio Giulio Cesare – opera: “Scarpette rosse”.
Per la sessione letteraria: primo premio a  Maria Luce Maggiore, classe terza C, I.C. Caio Giulio Cesare con l’opera  “Mi chiamo Alex e sono ebreo”; secondo premio a Marina Adamo e Chiara Cittadini ,classe terza  D, iI.C. Mazzini con l’opera “oltre il filo”; terzo premio a Giorgia Savoca, Angelica Picciafuoco, Melissa Stoduto classe terza C,  I.C.  Mazzini.
Inoltre cinque menzioni per ciascuna delle categorie e una menzione speciale alle classi 3C/3D/3E dell’Istituto Comprensivo Trillini che hanno creato per l’occasione un coro e si sono esibite al termine della cerimonia di premiazione in un canto della tradizione ebraica.
Ospite d’onore il professor Mario Venezia, figlio di Shlomo e Presidente della Fondazione Museo della Shoah di Roma, che ha rivolto parole di apprezzamento e di riconoscenza a quanti si sono adoperati nella realizzazione del concorso e rivolgendosi agli studenti ha detto loro di considerarsi “tutti vincitori” per il solo fatto di aver partecipato ad un’iniziativa così importante per lo sviluppo di una coscienza condivisa per dire no ad ogni forma di discriminazione.

TPL_IN
TPL_ON
Visite: 14

TPL_IN
TPL_ON
Visite: 12

OSIMO – C’è una scuola a Osimo, unica in Italia, che è riuscita a incontrare il premio Nobel per la Fisica 2019 Didier Queloz e realizzare con lui un’intervista che verrà tradotta in italiano per poi essere diffusa in tutte le scuole marchigiane.

Lo scorso 30 gennaio una delegazione dell’Istituto Tecnico Laeng-Meucci, formata dalla studentessa Cristina Ripanti e dall’insegnante Stefania Nasuti, accompagnata dalla scienziata italiana Francesca Faedi, è volata a Cambridge per far visita al Premio Nobel e sottoporgli le domande in inglese che gli studenti della scuola avevano preparato per lui.

Tre ore di conversazione da cui è scaturita una video intervista che verrà tradotta dalla Faedi e poi montata dal team di Officine Creative Marchigiane di Pesaro, per poi essere donata a tutte le scuole marchigiane. «La speranza – ha sottolineato Francesca Faedi – è che questa intervista possa fare la differenza per ragazzi ma soprattutto ragazze nella scelta della loro professione futura».

L’11 febbraio è stata proprio la “Giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella Scienza” e Francesca Faedi  nella sua attività di divulgazione scientifica cerca di promuovere la presenza di donne nelle professioni scientifiche.
L’incontro con l’istituto Laeng è avvenuto grazie alla “Settimana mondiale dello spazio” organizzata a Osimo nello scorso mese di ottobre. Un’iniziativa patrocinata dall’Amministrazione Comunale, su input della consigliera Frida Paolella, ha visto la partecipazione proprio della scienziata-astrofisica Francesca Faedi, impegnata in una serie di laboratori con le scuole osimane. Ne è scaturita poi una collaborazione con l’istituto osimano che ha portato poi all’incontro con Didier Queloz.

da Centropagina

link

TPL_IN
TPL_ON
Visite: 23


L’IIS LAENG-MEUCCI di Osimo vola a Cambridge per incontrare il Premio Nobel per la Fisica 2019 DIDIER QUELOZ e portargli le domande degli studenti e delle studentesse.

Ringraziamo l’astrofisica Francesca Faedi che ha offerto questa opportunità a una studentessa del nostro istituto e grazie a Frida Paolella per aver organizzato a ottobre 2019 la Settimana Mondiale dello Spazio evento eccezionale da cui tutto è nato.
Leggi l’articolo de IL Sole 24 Ore.

Sottocategorie

Amministrazione trasparente

Amministrazione Trasparente

Albo online

Codice di comportamento dei dipendenti pubblici

Scuola Amica

ITS Recanati

H&T Lab

sito sviluppato in Joomla