Attuazione misure PNRR

Assolvimenti degli obblighi del soggetto attuatore in materia di informazione, pubblicità e comunicazione, previsti dall’articolo 34 del Regolamento (UE) 2021/241 e richiamati nei singoli avvisi di PA digitale 2026, intendiamo condividere una guida pratica su come realizzare, all’interno del proprio sito web, pagine dedicate alle misure PNRR oggetto di finanziamento.

Progetto: Classroom: esperienze d’avanguardia

L’Istituto, attraverso i fondi PNRR Piano Scuola 4.0, trasformerà 20 ambienti in spazi innovativi. Saranno attrezzate aule con strumenti avanzati per lo studio scientifico e umanistico e create aree aperte multidisciplinari. Le aule avranno configurazioni flessibili per supportare metodologie d’insegnamento innovative. Si acquisiranno nuove tecnologie per videoconferenze, software e dispositivi personali per studenti e docenti, con carrelli mobili per la ricarica.
Le dotazioni STEM includeranno set di robotica educativa e strumenti per il making e la creatività, permettendo di realizzare, poi, lezioni e laboratori interattivi e pratici, focalizzati sull’apprendimento delle discipline STEM e il potenziamento delle competenze degli studenti.
In dettaglio, per la sede di Castelfidardo le classi del biennio verranno dotate di arredamento tecnico per nuove metodologie didattiche, con banchi trapezoidali e torrette di ricarica per tablet. Spazi aperti condivisi avranno attrezzature audio-video e software per varie attività. Verrà allestito l’ambiente per la Meucci Web Radio, fornito di hardware completo. La sede di Osimo includerà aule specializzate per disegno, informatica, realtà virtuale. Aule multidisciplinari STEM e per robotica saranno realizzate, insieme a potenziamenti della palestra per rendere l’attività fisica coinvolgente.

Progetto: Labs: Esplora il futuro oggi

Il nostro istituto, grazie ai fondi PNRR si è posto l’obiettivo di realizzare laboratori per le professioni digitali del futuro, dotandoli di spazi e di attrezzature digitali avanzate.
L’Istituto si impegna a preparare gli studenti per le sfide della progettazione meccanica ed elettronica, adottando un approccio avanzato e integrato. In un contesto industriale in evoluzione, è essenziale formare personale altamente specializzato con conoscenze tecniche approfondite e abilità trasversali come il pensiero critico e la digital literacy.
Per rispondere a queste esigenze, l’Istituto rinnoverà i programmi didattici per integrare le nuove tecnologie e promuovere l’uso integrato della strumentazione. I laboratori saranno potenziati e due nuovi spazi verranno creati: il L.I.M.A. per la meccanica-meccatronica e l’IoT-E-Lab per gli IoT.
Il L.I.M.A. sarà dotato di attrezzature all’avanguardia, consentendo agli studenti di acquisire competenze pratiche nella realizzazione di prodotti innovativi e l’automazione dei processi produttivi. Sarà fondamentale per la formazione di tecnici della produzione manifatturiera innovativa.
L’IoT-E-Lab sarà dedicato allo sviluppo di sistemi IoT, offrendo agli studenti esperienze pratiche nell’hardware e nel software per affrontare sfide complesse di connessione e interazione dei dispositivi intelligenti. I tecnici elettronici formati potranno contribuire a vari settori industriali e servizi.
Entrambi i laboratori saranno forniti di attrezzature moderne e risorse per supportare la formazione tecnica specializzata, garantendo una preparazione adeguata per il mondo del lavoro.
In conclusione, l’Istituto si impegna a fornire un ambiente educativo all’avanguardia, preparando gli studenti per le sfide tecnologiche e professionali del futuro attraverso laboratori innovativi e strumenti tecnologicamente avanzati.

 

Progetto: Veramente Insieme

La seguente linea di finanziamento PNRR è destinata alla realizzazione di percorsi di mentoring e orientamento, percorsi di potenziamento delle competenze di base, di motivazione e accompagnamento, percorsi di orientamento per le famiglie, percorsi formativi e laboratoriali co-curricolari.
A partire dalla rilevazione dei fabbisogni dei nostri studenti è stato realizzato questo progetto che unisce educazione formale e non formale, sia in classe che in altri contesti, includendo attività come uscite e campi scuola. L’intervento mira a rinforzare le competenze tramite metodologie didattiche non tradizionali, motivare gli studenti e creare un senso di appartenenza alla scuola. La costruzione dell’autostima e la comunicazione interpersonale sono centrali, affrontate attraverso laboratori motivazionali, supporto allo studio e coinvolgimento delle famiglie. Il progetto adotta un approccio di coaching umanistico, focalizzato sullo sviluppo personale e il raggiungimento degli obiettivi tramite una relazione dialogante tra coach e studente. La consapevolezza di sé è prioritaria rispetto alle competenze pratiche.
Saranno implementati percorsi di sostegno per gli studenti fragili e a rischio dispersione, tra cui:
1. Mentoring e orientamento, con focus su empowerment personale, comunicazione efficace, public speaking e strategie di apprendimento;
2. Potenziamento delle competenze di base in Italiano, Inglese e Matematica tramite esperienze coinvolgenti e peer-to-peer;
3. Orientamento per le famiglie, con corsi L2 e supporto nell’utilizzo di strumenti digitali;
4. Laboratori co-curriculari su alfabetizzazione informatica, storia, scienze motorie e inglese/scienze naturali, promuovendo l’apprendimento attraverso esperienze reali e la socializzazione tra gli studenti, anche quelli con DSA o BES.
Inizio modulo

 

Progetto: “STEM: Competenze innovative per il mondo di oggi”

Il piano d’investimento PNRR per il potenziamento delle competenze STEM e multilinguistiche prevede due tipologie d’intervento:
Tipologia A – percorsi formativi STEM, digitali, lingue per studenti
Tipologia B – Percorsi annuali di lingua e metodologia per docenti
Per quanto riguarda gli interventi di tipologia A, il nostro istituto intende attivare:
 12 percorsi di “orientamento e formazione per il potenziamento delle competenze STEM, digitali e di innovazione”;
 4 di “tutoraggio per l’orientamento agli studi e alle carriere STEM”;
 4 percorsi di “formazione per il potenziamento delle competenze linguistiche degli studenti”
per guidare gli studenti nelle carriere STEM. I temi principali includono robotica, coding, energie rinnovabili, IoT, fisica e cambiamenti climatici. I percorsi formativi comprendono moduli introduttivi, laboratori sperimentali, progettazione e approfondimenti disciplinari, mentre quelli di tutoraggio si concentrano su carriere STEM, sviluppo di competenze, orientamento accademico e simulazioni di situazioni lavorative. L’approccio è interattivo, basato sull’apprendimento esperienziale e include incontri con professionisti del settore.
I percorsi per migliorare le competenze linguistiche si suddividono in due percorsi che prevedono lezioni interattive e laboratori in inglese, mentre gli altri preparano agli esami e alla mobilità Erasmus.
L’obiettivo del progetto è fornire agli studenti una panoramica completa delle opportunità STEM e guidarli verso una carriera di successo in questo settore.
Per la tipologia B, i due corsi di lingua annui per docenti – livello B1 e B2 – mirano a potenziare le competenze linguistiche, integrando la lingua straniera nelle attività didattiche.
Il corso di metodologia CLIL è finalizzato ad introdurre principi di insegnamento integrato, sviluppare strategie didattiche e creare materiali efficaci.

Progetto: “FPF – FORMATI PER FORMARE”

La scuola, grazie ai finanziamenti dei progetti Scuola 4.0, ha acquisito strumenti innovativi per promuovere un approccio didattico avanzato, incluso il coding e l’intelligenza artificiale. I docenti desiderano integrare queste risorse, ma necessitano di formazione. L’attenzione è su STEAM, la prevenzione del cyberbullismo e l’uso corretto dell’IA.
Tramite il finanziamento PNRR per la “creazione di un sistema multidimensionale per la formazione continua dei docenti e del personale scolastico per la transizione digitale”, il piano di formazione della scuola mira a potenziare le competenze dei docenti, integrando metodologie didattiche innovative e strumenti tecnologici. Si prevedono corsi sulla transizione digitale, laboratori pratici su strumenti flessibili, e comunità di pratica per lo scambio continuo di idee.
Le azioni messe in campo sono le seguenti:
1. Percorsi di formazione sulla transizione digitale: si concentreranno su metodologie didattiche innovative, strumenti per le discipline STEM, uso etico dell’intelligenza artificiale e dei nuovi spazi virtuali di apprendimento digitale;
2. Laboratori di formazione sul campo: si concentreranno su metodologie didattiche innovative, che facciano uso di modalità di coinvolgimento degli studenti e del gruppo classe, con enfasi sull’inclusione e sulla gestione delle emozioni in classe.
3. Comunità di pratiche per l’apprendimento: la creazione di Comunità di Pratiche permetterà la condivisione di idee e lo sviluppo continuo delle competenze attraverso l’organizzazione di sessioni regolari di scambio, discussioni online e workshop