Una vita da “Speciale”

La giovane atleta dorica protagonista, mercoledì 24 febbraio, del quarto appuntamento del ciclo “Investire sul talento: a scuola con i campioni”

 

L’incontro con Giorgia Speciale, campionessa italiana di windsurf, è di quelli che non ti aspetti: marchigiana, classe 2000, entusiasmo da vendere, un sorriso solare e sincero che ti mette subito di buonumore e una grande passione, quella di solcare il mare, ereditata dal suo papà. Si è presentata così e con la maglia della nazionale italiana, l’atleta anconetana, pluricampionessa nei giochi olimpici giovanili e nei campionati europei e mondiali, per il quarto appuntamento del progetto “Investire sul talento: a scuola con i campioni” realizzato grazie al finanziamento della Regione Marche in attuazione delle “Norme in materia di politiche giovanili” (L.R.n. 24/2011).

Determinazione, caparbietà, competitività, sacrificio e idee ben chiare: volare verso Tokyo 2021 con un occhio già a Parigi nel 2024. Giorgia ha risposto alle tante domande poste dai ragazzi, ripercorrendo gli esordi della sua vita sportiva e affrontando i temi più vari: dalla passione per il windsurf, “un amore a prima vista sin dalla prima regata”, alle scelte scolastiche, alle problematiche di genere fino ad arrivare agli effetti del cambiamento climatico. Nonostante la giovanissima età, l’atleta vanta un palmares da far invidia ai colleghi della categoria ed è, ora, la speranza del windsurf azzurro. “Sono fortunata a fare nella vita ciò che amo” - ha detto Giorgia- sottolineando però quanti sacrifici, quanta fatica ci sia dietro al raggiungimento di un obiettivo. “Quando ero piccola mi capitava più spesso di dire che avrei lasciato perdere, grandi sacrifici e troppi divieti mi portavano a dire che avrei mollato. Devi ricordarti delle emozioni che provi, quell’adrenalina che ti aiuta a superare le difficoltà” perché “se hai talento, ma non hai determinazione, non riesci ad ottenere molto. È la motivazione ciò che fa la differenza!”

Dopo Assunta Legnante, Andrea Zorzi e Juri Chechi una “campionessa del presente e del futuro” -come l’ha definita il Dirigente Scolastico Angelo Frisoli- e ora studentessa in Scienze della Comunicazione dal momento che, tra i sogni di Giorgia, c’è anche quello di lavorare come ufficio stampa. L’incontro, dal titolo “Giovani donne sulla cresta dell’onda”, ha messo in evidenza anche che “una donna può avere gli stessi identici risultati di un atleta uomo”, infatti tra i meriti della Speciale c’è sicuramente anche quello di essere riuscita ad imporsi in uno sport che spesso viene definito come prevalentemente maschile. Da brava marchigiana, l’atleta non ha dimenticato di ricordare “la bellezza del nostro litorale, che vanta un mare straordinario come quello di Ancona e Numana” dimostrando di essere “la testimonial giusta per la nostra costa”, come ha sottolineato il Sindaco della città di Numana, Gianluigi Tombolini.

Talento, sacrificio, determinazione, senza perdere mai il sorriso: c’è davvero qualcosa di “speciale” in lei!

Un sentito ringraziamento, ancora una volta, a Giorgia Speciale, alla Regione Marche, ai Comuni di Castelfidardo, Osimo e Numana, al Dirigente Scolastico Angelo Frisoli, ai proff. Calducci, Rosciani e Pesaresi per l’intera organizzazione ed alla rappresentanza di alunni dell’Istituto per la preziosissima collaborazione.

Per tutti l’appuntamento è al 19 marzo con Walter Magnifico e “Il valore delle relazioni: l’io e la squadra”!

Altre News

Una Perla per Shlomo - premiazione

Una Perla per Shlomo - premiazione

“LEGGERE E POETARE AL LAENG – MEUCCI”

“LEGGERE E POETARE AL LAENG – MEUCCI”

images/Schermata_20210426_alle_130153.png

“COME NIENTE”

USAID E ROTARY A SUPPORTO DELLA DAD

USAID E ROTARY A SUPPORTO DELLA DAD

Torna all'inizio del contenuto